LA RISPOSTA E’ 42?

La domanda del giorno è: esiste l’amicizia tra uomo e donna?
A parte la banalità assoluta, pensateci bene prima di dire “Certo!”

Perché io, che dal primo vagito ad oggi ho sempre creduto di si, ho dovuto prendere atto del fatto che la stragrande maggioranza di persone sostiene di no. Ed in modo anche categorico. Soprattutto gli uomini.

Confesso che l’avere un “amico del cuore” non è nato da una casualità della vita, di quelle per le quali ad un certo punto ti ritrovi ad averne uno. E’ sempre stata una vera e propria esigenza, sicuramente favorita dal mio atteggiamento cameratesco e poco incline alla femminilità, se per tale si intende quello spiccato senso del glamour alla Sex&theCity.

Intendiamoci, mi piacciono gonne e scollature, truccarmi e fare shopping, parlare di figli e di capelli, ma ma non mi macero nell’acido se esco vestita come oggi, che sembro la terza gemella dei Righeira perché dalla furia mi sono appiccicata addosso quello che usciva dall’armadio.

E’ anche difficile spiegarmi senza essere fraintesa.
Io ho moltissime amiche cui voglio un bene dell’anima, sorelle, confidenti, viaggiatrici, sognatrici, sostenitrici l’una delle altre. Ma con loro non è mai stato così.
Mi manca lo sparring partner maschile, quello con il quale ti vedi ogni tanto, ti racconti di tutto, ti consiglia senza mezzi termini di non scassare il cazzo e al quale i camalli fanno simpatia. Quello che quando discuto con M. e mi sfogo non c’ho sempre ragione io, anzi, mi fa capire che il mio utero mi ha portato fuori strada.
Quello con il quale dai libero sfogo alla tua parte maschile senza vergogne, senza remore. Come con M. ma senza l’implicazione di coppia. Liberi entrambe.

Da ragazzini era più semplice. Non tutto era filtrato dal sesso e dalle relazioni. Scendevi e tra gli amici di quartiere i maschi erano più liberi e quindi più disponibili. Farsi un giro, parlare, prendersi un gelato e magari giocare in cortile era una cosa naturale.
Al liceo anche non è stato difficile trovare la stessa solidarietà nell’amico che era dichiaratamente innamorato di qualcun’altra, quello con il quale inizi a condividere i cinema e le letture, i passaggi a casa in moto, i ripassi e quindi le giornate.
Poi si sa, ci si perde di vista, facoltà diverse, nuove amicizie. Ma anche l’Università ha ricreato delle buone condizioni, anzi, le migliori. Si studiava spessissimo nelle biblioteche e nelle pause gli adocchiamenti diventavano “hai da accendere?” che poi diventavano “hai da fare domani?” e sbocciavano o nuovi amori o amicizie bellissime, indistintamente, senza frapposizioni, senza diaframmi né troppi perchè.

Con A. ho avuto la fortuna di condividere gli anni universitari e quelli successivi. Non che ci si vedesse assiduamente, nel frattempo erano subentrati lavoro e matrimonio, ma la sua presenza e la mia erano incrollabili nel momento del bisogno (il bisogno di cazzeggio come quello del cuore infranto o dell’attacco di panico o di solitudine o di voglia di vedere un film).
Poi A. è andato a lavorare fuori, la moglie – garantisco ingiustificatamente -gelosa, la distanza, i figli e la cosa è fisiologicamente finita.

Nel frattempo erano finite tante altre cose nella mia vita, nel frattempo anche io traslocavo altrove.

Ma a me manca molto.
Non A. in persona o qualcun altro nello specifico.
Mi manca quel tipo di amicizia.

Annunci

Informazioni su graziaballe

Se fossi un animale, sarei un uomo.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

26 risposte a LA RISPOSTA E’ 42?

  1. edp ha detto:

    Non lo so, io finisce che con gli amici maschi poi ci son finita a letto, e i migliori, anzi il migliore è quello che il giorno dopo filava tutto uguale e amici come prima per il resto degli anni a venire.

    • graziaballe ha detto:

      Ti dirò che a me piace anche quel l’evitare a tutti i costi di finire a letto.
      Non che non siano capitati l’occasione e il desiderio di.
      Tuttavia si rifuggiva perchè il patto implicito era quello “noi no”.
      Anche perchè ormai sapevamo talmente bene cosa ci piaceva a letto l’uno dell’altra che farlo sarebbe stato come un imbarazzante banco di prova!

  2. non so dar risposta alla tua domanda, non sono mai riuscito a generalizzare la cosa. un po’ tanto però penso di capirti sull’amicizia dei tempi universitari. a me recentemente è andata bene, di ritrovare un’amicizia così dopo (non pochi) anni. http://ammennicolidipensiero.wordpress.com/2013/04/08/diciassette-telegraficamente/

    • graziaballe ha detto:

      Vedi? Allora è possibile! 🙂
      Io credo che quando l’hai sperimentata, sia una delle 7 meraviglie che ti puo capitare.
      Come quei sapori che insegui nella vita ma alla fine forse era solo il primo ad avere quel sapore lì e gli altri sono dei succedanei ma non puoi smettere di cercare…

  3. LexMat ha detto:

    Perchè non possono esserci entrambi?
    Convivere Amore ed Amicizia insieme?!
    Siamo sempre noi che da adulti, dopo che l’adolescenza ci ha imbottiti di ormoni, stiamo sempre a pensare LI’ e… complichiamo tutto!

  4. Ti ricordi quando ne parlavamo, tu, io, BB e L.?
    Alla fine ci avevi quasi convinto col tuo ragionamento. Prima di approfondire la tua cronologia internet!!!

    😛

  5. giacani ha detto:

    Harry ti presento Sally mi sembra dia la (non) risposta migliore di tutti, alla facia degli studi di sociologia e psicologia che si possano fare sull’argomento.E’ rara, ma succede, soprattutto quando estrogeni e testosterone sono impegnati altrove. Ai trombamici francamente non ho mai creduto (ma forse, non avendone esperienza diretta, parlo a vanvera!)

    • graziaballe ha detto:

      no, nemmeno io sono x il trombamico. Xke sono sempre stata una le fa una cosa x volta! 😉 e poi l amico, quello vero, quello giusto, col quale si crea quel cameratismo eccezionale, è un esperienza bellissima…o è cosi o non è.

  6. giacani ha detto:

    Ma sì, io poi so antico. Trombamico??? Ma ti pare che qualcuno ai tempi nostri avrebbe potuto tirare fuori una cosa simile??? I troskisti l’avrebbero subito bollata come una cosa controrivoluzionaria, pensata dal sistema per bloccare la rivoluzione ormai incipiente ^_^

  7. zonerrogene ha detto:

    Esiste l’amicizia tra uomo e donna.
    Esiste anche la trombamica….ma quella è un’altra cosa

  8. graziaballe ha detto:

    A ma se è x questo ho smesso di cercare da un pezzo!
    Nel 99,9periodico% dei casi becco ciarlatani del fratellonismo e insidiosi scifoondisti della Val Gina . E io rigrazio ma rifiuto il PACCO e vado avanti…
    Vabbè, nun te stà a preoccupà…o ritrovamo…

  9. 'povna ha detto:

    Io detesto proprio il concetto stesso di “amiche”, figuriamoci se non ti capisco…

Prego, per di qua...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...