A VOLTE RITORNANO…

rave-party

Dunque…Dove eravamo rimasti?
Ah, si…il figlio partiva per la gita.
Ora la scuola è finita e quindi si direbbe sia passato un pò di tempo.
Sono stata distratta dalla vita, direbbe qualche parente alla lontana di Baricco.
Vado e vi spiego (chi ha altro da fare clikki in alto a destra, non m’offendo).

Si, ho già detto da qualche parte in questo blog che sono una star del letto.
Si. Quello in alluminio del San Giovanni Le Molinette.
E quindi, complice il cardiologo, sono rimasta in attesa della “chiamata”.
Perchè essere pazienti è una vocazione. E io, modestamente, la ebbi.
Come corredo genetico.
E quindi con santa pacienza, visto che l’annunciazione era stata palesata di lì a poco, ho passato giorni interi in contemplazione del telefono annullando tutti gli impegni perchè..tanto…che li prendo a fare? poi magari mi chiamano e li devo pure disdire e poi magari spiegare a tutti gli amici, spesso preoccuponi, il perchè. E non mi andava.
E infatti dopo una settimana mi chiamano per di lì a due giorni. “Wow, che organizzazione!” penso.
Mi organizzo, mi preparo, arrivo lì ma…non si trovano la prenotazione e non risulto da nessuna parte.
“No, guardi, siamo dispiaciutissimi ma oggi non possiamo far nulla…”
“Capisco, può succedere, allora ditemi quando dovrei tornare…”
“Mhà, cosi su due piedi…le faremo sapere… ma visto il disguido non oltre la prossima settimana”
E invece passano 2 settimane e di chiamate nemmeno l’ombra.
Nel frattempo ho avuto tutto il tempo per farmi salire l’ansia da intervento, che, per quanto banalissimo, se ci pensi e ci ripensi…diventa una cosa a cuore aperto.
Inizio a patire di quella strana mania che ti fa fare di ogni giorno come l’ultimo. E quindi inizio a gozzovigliare, invitare e organizzare minchiate varie…ahahahahahahha! m’aggi’a divertìììì, jamm a pazziààààà! Avverto tutti, ma sì…cari amici vicini e lontani…in un clima di totale cazzeggio da fine del mondo.
Sbulacchiamo insomma. E di questo ne riparleremo.
Poi però mi rendo conto che tutto ciò non può procrastinarsi all’infinito e risollecito.
“Ehm, si, mi scusi…sono graziaballe..no, non sono la paziente di nessuno in particolare…vengo direttamente dal pronto soccorso…chi mi opera? non so, forse il dottorsonl’eternosecondo, quello che mi ha visto la prima volta…cmq io volevo sapere piu o meno quando si poteva prevedere…ma all’incirca si intende…visto che di settimane ne son passate tre…Ah, come dice? la prossima è quella buona? ok, mi tengo pronta allora, grazie…”

Dopo altre due settimane di silenzio totale, richiamo.
“Si buondì, sempre per sapere se si hanno notizie del mio ricovero… ho anche riparlato col dottorforsecontouncazzo, che ho scoperto nel frattempo sarà quello che mi opererà…si, aveva detto anche lui la settimana scorsa sicuro e invece…vede, ho anche rinunciato a impegni di lavoro…ora, visto che già mi è stato annullato una volta, sarei dell’idea che un’approssimazione realistica sarebbe certo più gradita…guardi, a me sta bene che mi diciate pure direttamente che ci si vede nel 2015, mica che mi spiacerebbe, almeno così mi regolo. Ah. Questa volta è certo? Giovedi prossimo alle 14.30? grazie, per me va benissimo. A giovedi!”

Giovedi ore 13.30, in attesa dell’ascensore.
Drrriiiiinnnn…E’ il cellulare. Visualizzo il numero delle Molinette e già mi strizzo che ho capito male e mi aspettavano al mattino…e invece “Signora mi scusi sono il dottornoncontopropriouncazzoequestos’ècapito, mi spiace ma oggi non possiamo ricoverarla…sa..un’urgenza prevista per domani, l’abbiam messa al posto suo…spero non fosse già per strada…”
“Noooo, si figuri, ero solo sul pianerottolo…ma quindi? quando mi riprenotereste?”
“Mhà, ora su due piedi…le faremo sapere…”

Salto alle conclusioni CHE altrimenti NOIA.
Incazzarsi fa bene, non abbiate paura di esporre chiaramente ciò che pensate del sistema sanitario.
Il martedi dopo ero sotto i ferri del mestiere. Non ho risolto ma almeno quel che era da farsi s’è fatto.
E cmq nulla di grave, mi sono tanto divertita! 😀

Annunci

Informazioni su graziaballe

Se fossi un animale, sarei un uomo.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

26 risposte a A VOLTE RITORNANO…

  1. rodixidor ha detto:

    Non lo fare più di rifarti viva dopo il passato pericolo. (Forse “farsi viva” era meglio non usarlo) .
    Ora immagino ti darai ai bagordi. Ma non scomparire. Con affetto, un abbraccio 🙂

  2. aimondomoichi ha detto:

    Quando vuoi bagordare ti aspettiamo! Napoli, Roma… fai tu!
    Intanto… BENTORNATA!!!!!

  3. aimondomoichi ha detto:

    sì e dovevo pure finire sotto i ferri! ma il destino ha deciso diversamente. ubi maior… 🙂

  4. the pellons' ha detto:

    Più che altro ció che mi lascia interdetta è ‘non ho risolto ma almeno ho fatto’. Ehm. Non mi sembra proprio bellissimo, ecco.

    • no ma infatti, stavo per scrivere la stessa cosa. dopo tutto quello che hai scritto, gra, leggere una frase così è da craniate contro la parete.
      (e bentornata, in ogni caso)
      (p.s. mi spiace di non poterci essere all’invito di ba, mannaggia!)

      • the pellons' ha detto:

        Madó! Fate inviti senza ammè???

      • graziaballe ha detto:

        bhà, non so. Ho fatto un sef che doveva prevedere un’ablazione. Poi è ‘scito fora che il filo accessorio c’è ma sta messo che non è ablabile, che fortunatamente le tachicardia indotte le ho ben tollerate – anche se però non sono quelle che mi vengono quando sto male -…e insomma il cardiologo non l’ho più visto, ecco.
        Conoscendomi non lo rivedo fino a prossimo episodio critico. 8)

  5. Vania ha detto:

    I migliori in bocca al lupo per la salute (e pure per i bagordi).
    Vero che per essere pazienti bisogna essere accondiscendenti.
    il mio intevento era con due reparti.
    Chiamavi X e dicevano “decide Y”.
    Chiamavi Y e “la cartella ce l’ha X”.
    Sono stata fortemente tentata di dire “tranquilli, vengo io a spostare la cartella da X a Y, ma fissatemi sta benedetta data..”

  6. Assurdo! Sto affrontando anche io dei piccoli problemi cardiologici, spero nulla di che. Però già mi sono reso conto di come girino certe cose in ambito sanitario…

    In bocca al lupo!

  7. MyP ha detto:

    Evviva l’Italia!!!!
    …. sigh …

  8. Topper ha detto:

    Scusa ma hai fatto che? Se non hai risolto, non hai (hanno) fatto niente! Il tuo buon umore però mi fa pensare in positivo. Spero sia tutto a posto.

    • graziaballe ha detto:

      Guarda caro Topper, tu dici bene…infatti l’unica cosa che riesco a fare è preservare l’umore. Per il resto c’è ancora da vedere….
      (ho fatto una cosa se vuoi banale, vedi commento a pellona & c.. Poteva risolvere, poteva no: è andata no!) :/

      • Topper ha detto:

        Hmm, ho letto. E’ inutile che te lo dica io ma non sottovalutare il problema. Mi sembri comunque abbastanza in gamba da sapere cosa fare. Scherzarci sopra poi può far solo bene. Goditi un po’ l’estate allora!

  9. charlie68g ha detto:

    ma sei ancora in sala d’attesa?

    • graziaballe ha detto:

      ahahah! già, potrebbe essere! 🙂
      invece sto recuperando alla grande…se non in senso fisico che vabbè, ci sarebbe ancora da fare (ma prima dell’estate chi tiene voglia!) almeno in senso di iniziativa! 😉

  10. 'povna ha detto:

    Passo di qui di ritorno dall’assenza internautica, e scopro news. Spero che tutto si risolva presto e del tutto, e intanto sono contenta di leggerti di nuovo.

Prego, per di qua...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...